Successo del “Villaggio italiano” di Bergerac, Italia protagonista in Francia

Bergerac VillagOltre 10 mila persone hanno visitato “Le village Italien Artisanal” (Il villaggio dell’Artigianato Italiano), il padiglione dell’artigianato e della gastronomia del nostro paese allestito dal 21 al 29 luglio nel centro fieristico di Bergerac.

Proposto nell’ambito delle relazioni ed attività di gemellaggio tra le regioni dell’Aquitania e dell’Emilia-Romagna, nonché tra la città francese e Faenza, attivo come noto dal 1998, il villaggio di prodotti tipici italiani, si è svolto in collalborazione con le associazioni di gemellaggio delle due città, nel cui apposito stand è stato presentato il progetto “Vini: la ricerca dell’eccellenza”, che, insieme alle amministrazioni comunali manfreda e bergerachese, vede quali protagonisti studenti e docenti dell’Istituto professionale statale per l’agricoltura e l’ambiente di Persolino e del lycée agricole di Bergerac, attraverso un’apposito percorso didattico (lezioni, visite aziendali, laboratori).

Il progetto, sottoscritto e avviato a Faenza nel novembre 2011, in occasione di Enologica, proseguirà nell’anno scolastico 2012-2013.Faenza Bergerac

“Il successo del ‘villaggio italiano’ a Bergerac – commenta il vice sindaco e assessore alla Cultura, Istruzione e Gemellaggi Massimo Isola – costituisce una conferma della positività delle relazioni tra Faenza e la città francese, ma più in generale dello strumento dei gemellaggi, finalizzato, da un lato, a valorizzare le specificità delle diverse comunità – nel nostro caso – dei prodotti vinicoli di qualità dei nostri territori, e, dall’altro, lo sviluppo della cittadinanza europea che costituisce una base sicura su cui costruire l’unione politica e non solo monetaria e fiscale della ‘comune casa europea’”. “Gli scambi tra studenti, così come tra cittadini di ogni età, attraverso progetti condivisi – conclude Isola – è la modalità che in questi anni ha permesso di consolidare tale scopo per le nuove generazioni.”

Nella seconda foto: Da sx seduti Alberto Ragnetti, preside dell’Istituto professionale per l’Agricoltura di Persolino: Massimo Isola, vice sindaco e assessore alla Cultura e Istruzione di Faenza, Juliette Sbrana, docente del Lycée Agricole di Bergerac; (in piedi, da sinistra): Claudette Fournier, responsabile del Gemellaggio Faenza Bergerac, Maria Scolaro, presidente dell’Associazione Gemellaggi di Faenza

fonte: http://faenzanotizie.it

Annunci
Categorie: Notizie | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: