Dalla moda all’alimentare: quando il ‘made in Italy’ vince

Il ‘made in Italy’ piace in tutto il mondo, ma se la moda vede già ora aziende più redditizie e robuste delle altre grandi imprese tricolori, nell’alimentare c’è un problema di nanismo. Eppure le cose potrebbero cambiare in meglio…

Source: www.fanpage.it

Se fino a qualche anno fa, valeva la regola “piccolo è bello” e le piccole e medie imprese italiane mietevano successi grazie alla flessibilità e alla dedizione personale, oggi tali elementi, per quanto rimangano importanti fattori competitivi, non sono più sufficienti “ad affrontare la drammatica contrazione dei consumi domestici e la sempre più agguerrita competitività internazionale”.

Le aziende italiane dovranno insomma fare il salto di qualità e di taglia, altrimenti la piccola dimensione, ormai “diventata un freno che aumenta la difficoltà di accesso ai mercati emergenti e comporta poca ricerca e innovazione, scarsità di risorse da destinare a reti distributive e marketing, minore presenza internazionale” finirà col condannarle.

See on Scoop.itMadeinItalyfor.me

Annunci
Categorie: Notizie | Lascia un commento

Navigazione articolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: